Ponte

3 paggi maschi

Gioco in antagonismo tra il Quartiere caduto nella casella e il Quartiere avversario estratto.

  • Sia il Quartiere sfidante che quello sfidato dovranno formare una squadra composta da tre paggi.
  • I paggi si affronteranno uno-contro-uno in tre round.
  • In ciascun round i paggi saranno armati con una lunga pertica e si posizioneranno uno per squadra al centro del ponte, all’interno delle due linee di delimitazione tra le quali deve avvenire lo scontro.
  • Scopo del gioco è far cadere il paggio avversario in acqua servendosi della pertica per spingerlo e quindi sbilanciarlo.
  • E’vietata prima e dopo il fischio d’inizio la carica verso l’altro paggio e l’andare indietro oltre la linee di demarcazione del palo
  • I paggi non dovranno far oscillare deliberatamente il ponte su cui si svolge il gioco, né prima né durante la sfida, pena la squalifica del paggio e la perdita del round.
  • Durante lo svolgimento della sfida è fatto obbligo ai contendenti di utilizzare la propria pertica solo e soltanto come elemento di spinta, senza porgere fendenti o comunque altre mosse pericolose, pena la squalifica.
  • La pertica, nel tentato appoggio sul corpo dell’avversario, non dovrà superare l’altezza della spalla: i paggi devono quindi evitare di colpire deliberatamente la testa dell’avversario, pena la squalifica.
  • Se la pertica di un contendente va a colpire la testa dell’avversario dopo essere scivolata sul corpo in seguito ad un colpo precedentemente effettuato, ciò non comporta la squalifica del paggio.
  • Perde il round il paggio che per primo cade.
  • Al vincitore non è assolutamente permesso il salto o lo scavalcamento della piscina direttamente dal palo: gli è fatto obbligo di cadere in acqua o di raggiungere le scalette di accesso, pena la perdita del round.
  • Se si lascia cadere la pertica dopo il fischio dell’arbitro, anche se questa non cade in acqua, si perde comunque lo scontro.
  • La sfida inizia ufficialmente dopo il fischio del giudice.
  • Se si viene sbilanciati o ci si sbilancia dopo il fischio dell’arbitro, è vietato, pena la squalifica, tentare di riprendersi appoggiando la pertica sulla piscina.
  • Durante lo scontro con le pertiche non si possono superare, IN NESSUN SENSO, i limiti segnati sul palo con il corpo. In caso di parità si procederà ad un’altra gara di spareggio fra i due Quartieri attraverso un singolo scontro, lasciando libera scelta ai capitani sui giocatori da utilizzare.
  • I paggi devono entrare nella zona di combattimento con entrambi i piedi, dopodichè l’arbitro dichiarerà pronto il gioco, e al passare di 2 secondi fischierà l’inizio della sfida.
  • I paggi non devono assolutamente superarare la riga di mezzeria del palo prima del fischio ne con il corpo ne con la pertica.
  • Se durante i due secondi uno dei due paggi esce dal suo spazio, cade in acqua o all’esterno      della vasca, il gioco dovrà ripartire. Se invece invade lo spazio dell’avversario verrà squalificato e il round verrà aggiudicato dal paggio avversario.
  • Vince la gara il Quartiere i cui paggi vincono 2 round su 3 contro gli avversari.
  • Se il Quartiere sfidante vince la gara, guadagna i punti ottenuti con il dado; se invece perde la gara, retrocede alla casella di lancio del dado.
Associazione Giochi Storici di Cagli (PU)
Marche, Cagli, Via Marconi 5
Tel. 349 1036833
Tel. 339 3731902
E-mail: info@paliodelloca.it
Web: www.paliodelloca.it
© 2016 ASSOCIAZIONE GIOCHI STORICI DI CAGLI. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. P. IVA 01047680416
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram